Storia

La pietra più preziosa: il porfido rosso egizio

Dal cosiddetto sarcofago di Teoderico il Grande alla statua acefala del Museo arcivescovile alle rotae del pavimento della basilica di San Vitale, la Ravenna imperiale è ricchissima di porfido rosso, la pietra imperiale per eccellenza.

Da San Sebastiano ai giorni della merla

Il venti gennaio ricorre la festa in onore del martire di origine francese ucciso a colpi...

Garzoni, il ‘Rabelais’ di Bagnacavallo

Alla fine del Cinquecento era uno degli scrittori italiani più conosciuto e tradotti d'Europa: canonico bagnacavallese, ha saputo incantare con l'arte della parola migliaia di lettori, usando un tono burlesco e canzonatorio nei confronti di una società fatta di maschere e di imbrogli.

Boccaccio in Romagna

Giovanni Boccaccio visita la città di Ravenna ben due volte, attratto dal ricordo di Dante Alighieri, che qui terminò il ‘divino poema’, ma anche la città di Forlì presso la corte degli Ordelaffi.

Franco Ponseggi e la zirudëla dantesca

La “zirudëla” è un componimento poetico umoristico in dialetto di contenuto occasionale in ottonari...

Recenti

Leggi altri articoli

Potrebbe interessarti