Riserva naturale
(©Shutterstock.com)

L’area naturale in provincia di Forlì-Cesena è habitat di tassi, istrici, rettili e faine

La Riserva Naturale Orientata Bosco di Scardavilla si trova sul territorio di Meldola e si estende per 30 ettari, molti dei quali di ecosistema forestale, mentre in un’altra zona si sviluppano i due vecchi nuclei religiosi: Scardavilla di sopra e Scardavilla di sotto. 

Il bosco è costituito prevalentemente da querce, cerro, nespoli e aceri campestri e ospita animali quali il tasso, la faina, l’istrice, diversi rettili, esemplari di gazza e upupa.

All’interno della Riserva ci sono diversi sentieri arricchiti da bacheche esplicative che permettono visite autoguidate.

Si hanno notizie di un primo insediamento nel 1225.

Scardavilla di sopra e Scardavilla di sotto sono collegate da un viale di querce dal quale è possibile ammirare i resti dei muri di cinta dei nuclei religiosi.

Ulteriori informazioni si possono reperire presso il Museo di Ecologia e Centro Visite Marco Bravaccini.