Piazza Beato Amato Ronconi Saludecio
(©Archivio Comunale)

Sulla piazza si affacciano alcuni dei più importanti edifici del paese in provincia di Rimini

Dopo aver varcato la porta Marina si giunge in Piazza Santo Amato Ronconi dove si affacciano gli edifici più significativi del paese come l’imponente chiesa di San Biagio costruita tra la fine del XVIII secolo e gli inizi del XIX, sulle rovine della vecchia Pieve del 1300.

Di fronte alla chiesa si trova il palazzo Comunale ricavato dall’antica rocca Malatestiana, dove nelle ex carceri dello stesso, ha sede la  mostra/museo Risorgimentale dedicata a Giuseppe Garibaldi.

Nella Piazza stessa si trova l’edicola con il famoso Olmo del Santo Amato, testimonianza reale di uno dei suoi tanti miracoli.

Le sue biografie ci raccontano che in occasione della traslazione del corpo, che doveva essere portato a Rimini, i buoi si fossero rifiutati di prendere la via della città e in alternativa si diressero all’interno del borgo, fermandosi davanti all’antica Pieve di San Biagio dentro le mura. Il bovaro nel tentativo di incitarli infilò il proprio bastone, fatto di legno di olmo, nel terreno che da lì non si mosse più.

Il corpo di Amato venne posto nella chiesa di Saludecio e da questo piccolo pezzo di legno nacque un albero di olmo. Fino alla fine del 1800 venne custodito sotto un’edicola, durante i primi anni del 1900 è stato traslato nella facciata dell’edificio che insiste sulla piazza dove oggi è possibile ammirarlo.