Chiesa Fusignano
(©bassaromagnamia.it)

L’edificio religioso sorge nella centrale Piazza Armandi, cuore del paesino in provincia di Ravenna

La Chiesa Arcipretale di S. Giovanni Battista è di impianto tardo medioevale ricostruita più volte e completamente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. L’opera di completo rifacimento della chiesa fu affidata all’architetto bolognese Alberto Legnani.

All’interno della chiesa sono conservate: una tavola cinquecentesca raffigurante il Battesimo di Cristo, attribuita a Dosso e Battista Dossi, e l’immagine della Beata Vergine Maria Patrona Fusiniani dipinta dal frate capuccino Francesco Acquaviva. Quest’ultimo piccolo quadro, che secondo la tradizione fu dipinto in ginocchio, venne scelto dall’arciprete di Fusignano don Pietro Tolomei che nel 1570 decise di porre il paese sotto la protezione della Beata Vergine Maria. La sua rilevanza devozionale divenne tale che nel 1627 la Beata Vergine Maria fu dichiarata protettrice del paese.

Opere di Angelo Biancini sono i due clipei con simboli cristologici accanto ai portali, modellati in cemento ed intagliati in cotto, e i dieci capitelli interni con i simboli degli Evangelisti e con soggetti allusivi alla Passione di Cristo. Lo scultore Raoul Vistoli è autore del Crocifisso e dei quattordici episodi della Via Crucis.