Basilica San Vicinio Sarsina
(©basilicadisanvicinio.it)

L’edificio domina su Piazza Tito Maccio Plauto, centro della vita sociale di Sarsina

La cattedrale di Sarsina attrae subito i visitatori per la sua notevole mole. L’anno della sua costruzione non è certo, ma la maggior parte degli studiosi propende per gli anni intorno al Mille. 

Costruita in stile romanico presenta una facciata sobria ed elegante; il diverso colore dei mattoni, tipici dello stile romanico, permette di capire che la Cattedrale ha subito modifiche nel corso dei secoli. Le arcate in basso avrebbero dovuto sostenere un terrazzo, probabilmente mai costruito.

Il campanile è sicuramente successivo alla costruzione della Cattedrale; una delle parti meno restaurate è l’abside, ben visibile dalla Piazza San Francesco (giardinetti). Il “murello” del sagrato della cattedrale esiste dal 1600: sopra di esso sono posti dei cippi funebri sormontati da capitelli.

L’interno dell’edificio religioso è solenne e austero: il soffitto è a capriate e la pianta è a croce latina (cioè con i bracci diversi), con la navata centrale larga esattamente il doppio rispetto alle navate laterali e più lunga rispetto a queste per via dell’abside; ogni navata è separata da 12 colonne.