Teatro Dragoni Meldola
(©wikipedia)

Questo teatro all’italiana si trova in piazza Felice Orsini a Meldola, in provincia di Forlì-Cesena

La costruzione del teatro iniziò nel 1827, sulla base di un progetto che prevedeva un teatro a pianta ellittica modificata durante i lavori in pianta a “ferro di cavallo” e terminò tra la fine del 1836 e gli inizi del 1837. Il primo spettacolo venne presentato nel febbraio 1838 dalla Compagnia Lipparini.

Nel 1867 venne incaricato l’ingegnere comunale Luigi Conti di Faenza per la stesura di un progetto di restauro e per la costruzione dei palchi sul proscenio e della scala di accesso al loggione.

Tra il 1929 e il 1931 il teatro rimase chiuso per inagibilità. L’anno seguente passò in gestione all’Opera Nazionale Balilla e fu utilizzato prevalentemente per proiezioni cinematografiche. Al termine della seconda guerra mondiale, durante la campagna elettorale, il teatro accolse oratori politici, tra i quali è ricordato, nel 1949, Sandro Pertini.

Nel 1978 furono avviati nuovi lavori di recupero. Oggi il teatro svolge regolare attività con spettacoli di prosa, operette, concerti, teatro ragazzi e manifestazioni pubbliche. La gestione tecnica è affidata all’amministrazione comunale.

La pianta della sala di Meldola è a forma di ferro di cavallo, con tre ordini di palchi, tredici per piano, e loggione. L’aspetto generale è di un’eleganza sobria ed essenziale che rende armonico l’insieme.

Il cielo presenta decorazioni monocrome a tempera e calce con effetti chiaroscurali e di rilievo, il rosone centrale è attorniato da un decoro policromo a tralci floreali.