Castello Malatestiano a Gatteo
(©comune.gatteo.fc.it)

Si tratta di una fortezza edificata per la difesa della cittadina

Il castello di Gatteo sorge nel XIII secolo presumibilmente sul luogo di un preesistente accampamento romano. Nel corso dei secoli è soggetto a diverse trasformazioni.

Ha una configurazione quasi quadrangolare ed è munito di una torre e cinque baluardi e circondato da una larga fossa, in origine sempre piena d’acqua, oltrepassabile con un ponte levatoio.

Nel lato orientale della cinta muraria si trova l’ingresso del castello, costituito da un arco a tutto sesto sormontato da una torre quadrata, il cassero, dove sono visibili le corsie per lo scorrimento delle travi che azionavano il ponte levatoio; e sulla sommità del cassero la seicentesca torre civica.

Nella seconda metà del ‘700 le mura, ad eccezione del lato orientale che conserva avanzi dei beccatelli e della muratura, vengono abbassate e di conseguenza la fossa circondante il castello completamente riempita di terra ed il ponte levatoio, unico accesso all’edificio, sostituito con un ponte in pietra.