Antichi chiostri francescani Ravenna
(©turismo.ra.it)

Il complesso si trova in via Dante Alighieri 4, nel centro storico di Ravenna

Adiacente alla tomba di Dante, il complesso monumentale degli Antichi Chiostri Francescani è un angolo di pace e raffinata bellezza nel cuore del centro storico di Ravenna.

La struttura, anche se modificata più volte nel corso dei secoli, conserva un alto valore simbolico e morale, ricorda infatti la permanenza di Dante Alighieri in città.

Una conferma è il rinnovato Museo Dante, al primo piano dell’edificio, che propone un viaggio attraverso le opere, la vita e la memoria di Dante Alighieri.

Oggi gli Antichi Chiostri – di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna – oltre a essere sede del Museo Dante, sono anche una pregiata cornice per mostre ed eventi artistici e culturali.

Realizzati durante il periodo medievale (1261), i chiostri erano parte integrande del convento dei frati minori francescani, proprio alle spalle della Basilica di San Francesco che nel 1321 aveva ospitato i solenni funerali del Sommo Poeta.

Andando a sovrapporsi su precedenti interventi databili al XV e il XVII secolo, l’attuale configurazione risale agli anni ‘2o del secolo scorso, quando l’intera Zona Dantesca assunse quell’aspetto romantico che presenta ancora oggi.

Il complesso consta di due chiostri vicini l’uno all’altro, con uno spazio intermedio usato come area espositiva e sale conferenze.

Il primo, quello adiacente al tempietto opera di Camillo Morigia, viene chiamato “Dante”, in virtù della prossimità alla tomba; il secondo, detto “della Cassa”, di forma più irregolare, è formato da un porticato con le colonne in pietra d’Istria, di marmo rosso veronese e di greco.