Ex GIL Forlì
(©scopriforli.it)

Di marca razionalista, il complesso realizzato tra il 1933-1935 porta la prestigiosa firma dell’architetto Cesare Valle.

Destinato alla preparazione sportiva e culturale delle nuove generazioni del Littorio, l’edificio si presenta al momento dell’inaugurazione caratterizzato da due principali reparti, con ingressi distinti: quello sportivo e quello culturale.

La parte sportiva comprende una palestra, una piscina coperta e spogliatoi; questi spazi dialogano con un grande campo sportivo attrezzato per lo svolgimento di qualsiasi sport. Il reparto culturale comprende un teatro-cinema capace di 700 posti, una grande sala convegni con annessa sala di lettura.

L’edificio è completato da una alta torre di 30 metri dedicata alla memoria di Arnaldo Mussolini, fratello del Duce.

Il progetto di recupero ha ripristinato l’autenticità compositiva, restituendo continuità funzionale agli spazi sportivi e a quelli culturali, eliminando tutti gli elementi incongrui con gli schemi originari. Grazie a un’approfondita attività di analisi delle cromie e dei materiali di finitura, è stato possibile riproporre gli effetti dell’originario intonaco rosso cupo in contrasto con il bianco avorio e il basamento in travertino.

In tema di finiture esterne sono state conservate, senza ripristino, le tracce dell’iscrizione posta in cima alla torre (il giuramento del giovane fascista) al fine di testimoniare l’azione della storia e del tempo. Il programma funzionale, nell’ottica del recupero compatibile e sostenibile con la storia del complesso, mira a un uso pubblico-inclusivo dell’intera struttura.

Per tale motivo è stato confermato il binomio sport-cultura con un’articolata dotazione funzionale: sette palestre, un auditorium, uffici della gestione, spazi museali da destinarsi al Museo della ginnastica.