Interno chiesa San Petronio Castel Bolognese
(©Comune Castel Bolognese)

La chiesa attuale fu costruita su progetto dell’architetto pontificio Cosimo Morelli

La parrocchiale di San Petronio è la principale chiesa di Castel Bolognese, documentata dalla fine del XIV secolo, al centro del castello di recente fondazione. La sua dedicazione al vescovo Petronio, patrono di Bologna, rimarcava l’autorità bolognese e il suo dominio culturale sul nuovo borgo.

Attorno al 1428 la struttura è stata rinnovata con l’ingrandimento e la riconfigurazione degli spazi interni, probabilmente per rispondere all’aumento della popolazione locale. Dopo pochi anni l’intervento è stato completato con l’aggiunta della torre campanaria.

La chiesa attuale è frutto della ricostruzione avvenuta tra il 1783 e il 1786, a seguito di un terremoto, su progetto dell’architetto pontificio Cosimo Morelli, interprete di un sobrio gusto neo-cinquecentista e autore anche della vicina Chiesa di Santa Maria della Misericordia. L’ampia navata è coperta da una grande volta a botte continua a finti cassettoni.

La prima cappella di sinistra ospita il gruppo della Visitazione in terracotta policroma di Alfonso Lombardi, affiancato dalle figure di San Lorenzo e San Girolamo in penitenza del medesimo autore, databili attorno al 1525, opere caratterizzate da una solidità monumentale combinata ad un attento naturalismo di tradizione padana.