Zuccherini Romagnoli
Gli zuccherini Romagnoli possono assumere qualsiasi forma, in Emilia e in Toscana questi biscotti sono invece a forma di ciambellina (bassaromagnamia.it)

Gli zuccherini romagnoli sono biscotti secchi molto semplici e dalla storia antica. Diffusi anche in Emilia e in Toscana, in Romagna questi biscotti sono però differenti.

Gli zuccherini romagnoli, conosciuti in dialetto come zucaren, sono dei biscotti secchi molto conosciuti. Gli zuccherini sono diffusi anche in Emilia e in Toscana dove vengono preparati a forma di ciambellina. In Romagna questi biscotti cambiano invece aspetto, infatti qui possono assumere qualsiasi forma. Ricoperti di granella di zucchero oppure di mandorle tritate grossolanamente, gli zuccherini sono una preparazione molto antica.

La ricetta originale degli zuccherini romagnoli

Nella provincia Romagnola i zucaren vengono per tradizione realizzati con lo stesso impasto della ciambella romagnola. La ricetta originale di questi biscotti prevede quindi l’utilizzo dello strutto. In passato erano preparati nei forni a legna in occasioni speciali come i battesimi, le comunioni e le cresime.

La ricetta originale degli zuccherini romagnoli è riportata nel sito ufficiale di informazione turistica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Vediamo insieme come prepararli:

Ingredienti

  • 1kg di farina
  • 450 gr zucchero
  • 200 gr strutto
  • 2 uova
  • lievito per 1kg
  • latte
  • zucchero in granella o codette

Procedimento

Impastate la farina con lo strutto, lo zucchero, le uova e il latte. Aggiungete il lievito e impastate con cura. Stendete con il matterello fino a raggiungere uno spessore di circa 0,5 cm. Ritagliate con gli stampi per biscotti le forme desiderate. Sbattete un tuorlo d’uovo diluito con un po’ di latte e spennellate gli zuccherini decorandoli con zucchero in granella o codetta multicolore. Mettete in forno dopo averlo preriscaldato e lasciate cuore per circa 10 minuti.