Strichetti con le canocchie
(foto tratta da "La cucina romagnola illustrata")

Gli strichetti con le canocchie sono un primo piatto semplice e piacevole al palato che tutti possano cucinare

Cucinare gli strichetti con le canocchie è molto semplice in quanto si tratta di un piatto alla portata di tutti. Il sugo con le canocchie, i piselli e i porri risulta molto saporito e perfetto per condire questo tipo di pasta.

La ricetta che vi suggeriamo è quella che si trova nel libro “La cucina romagnola illustrata” edito da Edit Romagna (ora Edit Italia) nel 2005.

Una volta preparati gli strichetti freschi, il necessario dedicarsi al sugo. La prima cosa da fare consiste nel pulire le canocchie togliendo la testa, le zampe e le altre asperità. Si devono poi sbocciare e tagliare i pomodori prima di procedere a sminuzzare i porri e soffriggere in olio di oliva.

Una volta che i porri saranno Soffritti, si devono aggiungere le canocchie tagliate in tre pezzi vengono i piselli e i pomodori. Si aggiunge poi un bicchiere di vino da lasciare evaporare. Infine, salare e pepare.

La cottura dura circa 10 minuti a fuoco alto. Mentre il sugo cuoce, si mette a bollire una pentola di acqua salata nella quale cuocere gli strichetti che vanno poi saltati in padella con il condimento.