Strichetti all'anatra selvatica
(foto tratta dal libro La cucina di valle. Funghi, pesce e selvaggina Delta romagnolo)

Gli strichetti all’anatra selvatica sono un primo piatto saporito e gustoso

L’anatra selvatica è presente nelle zone del Parco del Delta e rappresenta una soluzione molto interessante per realizzare svariati piatti. L’utilizzo in gastronomia delle carni di anatra selvatica è legato anche all’età dell’animale stesso. Quando è ancora giovane è ottima per gli arrosti, Invece quando diventa più vecchia si possono preparare dei condimenti per risotti e paste fresche come appunto quello per gli strichetti all’anatra.

La ricetta di questo primo piatto è piuttosto semplice. Dopo aver pulito l’anatra la si taglia a pezzi e si fa rosolare in un battuto di prosciutto, cipolle e prezzemolo. All’interno della casseruola si va ad aggiungere anche qualche foglia di basilico e la conserva di pomodoro con dell’acqua. Dopo aver lasciato cuocere per circa un’ora, e sugo sarà abbastanza ristretto e dunque pronto per condire la pasta.