Spigole su un tagliere con fette di limone e prezzemolo
(shutterstock.com)

Le spigole in graticola hanno un sapore delizioso in quanto la carne bianca e delicata del pesce diventa incredibile quando cotta alla brace.

La spigola – conosciuta anche come branzino – è un pesce delizioso che si distingue per via della sua carne bianca e delicata che consente di cucinare piatti deliziosi. Questo pesce si può cucinare in svariati modi e uno dei migliori è alla brace. La spigola in graticola si cucina arrostendo il pesce alla brace andando ad esaltare così la sua carne che lo rende uno dei più pregiati del Mar Mediterraneo.

La ricetta di questa prelibatezza è descritta nei dettagli a pagina 90 dell’edizione del 2016 de Il pesce nelle ricette romagnole (libro edito da Edit Romagna ora Edit Italia).

«Si pulisce la spigola squamandola ed eviscerandola. Lungo i fianchi si praticano incisioni e poi la si sciacqua e asciuga con un canovaccio. La si unge d’olio d’oliva e la si ‘imbottisce’ di pane grattugiato misto a prezzemolo e aglio finemente tritati.

Le braci dovranno essere di carbone dolce o legna di pineta che oltrettutto conferisce alla carne un piacevole aroma.» (Il pesce nelle ricette romagnole, Edit Romagna, 2016, p.90)

Se si ama la cucina di mare, è bene conoscere anche come cucinare il sugo di pesce che permette di condire tantissime paste differenti.