Due seppie posizionate al centro di un piatto
(shutterstock.com)

Le seppie alla griglia sono una preparazione molto gradevole che si può cucinare in tempi davvero rapidi.

Le seppie alla griglia sono un piatto amatissimo per via del loro sapore unico e grazie alla carne della seppia che – simile a quella del calamaro – ha una consistenza soda e perfetta per essere grigliata.

Stando a quanto suggerito a pagina 86 dell’edizione del 2016 de Il pesce nelle ricette romagnole (libro edito da Edit Romagna ora Edit Italia), è bene scegliere delle seppie di dimensioni medie in quanto quelle più grandi risultano meno tenere e buone per la cottura alla griglia.

Le seppie si puliscono eliminando pelle, occhi, beccuccio, tentacoli, veschichetta con liquido nero e osso. A questo punto basta lavarle in acqua corrente e dedicarsi alla preparazione dell’impasto.

La farcitura si prepara infatti mescolando pangrattato, prezzemolo e aglio tritato con l’aggiunta di olio d’oliva, sale e pepe.

Le seppie vanno riempite e poi chiuse usando uno stuzzicadenti, poi si sistemano sulla graticola già ben calda per farle cuocere. Dopo circa 10 o 15 minuti le seppie dovrebbero essere pronte per essere utilizzate, ma le tempistiche dipendono dal tipo di braci.

Chi ama le seppie dovrebbe conoscere anche la ricetta delle seppie alla romagnola con fagioli cannellini.