Filetti di baccalà

Il baccalà in gratella è una preparazione che fa parte della tradizione gastronomica della provincia di Forlì-Cesena

Il baccalà in gratella è una preparazione da sempre diffusa nella provincia di Forlì-Cesena.

Al rientro dalla fiera, si acquistava il baccalà, una robusta porzione da appendere in cucina e lasciare a bagno, a pezzi, solitamente il venerdì. Tuttavia, se si era parsimoniosi e se ne consumava una quantità minore, il tempo di ammollo veniva ridotto al minimo. Il baccalà veniva anche grigliato, sprigionando un profumo avvolgente di olio e aglio tritato…

La ricetta

Cucinare il baccalà in gratella è molto semplice, infatti servono semplicemente baccalà, olio e rosmarino.

Anche se esistono diverse varianti di questo piatto, più o meno complesse, c’è la possibilità di seguire la ricetta che viene riportata nel sito web della Regione Emilia-Romagna:

«Si tiene il baccalà a bagno per 3-4 giorni, cambiando spesso l’acqua. Sgocciolarlo e condirlo con aglio e rosmarino tritati, metà olio, pepe e poco sale, poi cuocere per circa 20 minuti sulla griglia. Prima di servire condirlo con il rimanente olio.» (così è scritto nel sito della Regione Emilia-Romagna)