Fichi in composta

I fichi in composta sono una preparazione tipica della Romagna che si può gustare da sola oppure utilizzare come ingrediente per dolci.

I fichi in composta sono una preparazione tradizionale della Romagna che tutti possono realizzare a casa. Per ottenerla, è necessario seguire la ricetta alla lettera e alla fine si otterrà una preparazione gustosa. La composta permette di gustare il sapore dei fichi e si può mangiare da sola oppure la si può utilizzare come ingrediente per realizzare dolci.

La ricetta dei fichi in composta che vi suggeriamo è quella presente nel volume Emilia Romagna – Terra da gustare redatto grazie ad Emilia Romagna Turismo. Gli ingredienti utili per realizzare questa preparazione suggerita da Sara Civinelli di Cesena (FC) sono:

  • 1 kg di fichi
  • 300 g di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia

Pulire accuratamente i fichi utilizzando un panno umido e poi eliminare un po’ di picciolo. Mettere in un recipiente i fichi e aggiungere anche lo zucchero e la vaniglia prima di lasciar riposare per un giorno.

Dopo 24 ore, mettere sul fuoco un tegame con i fichi e mescolare molto spesso per evitare che il composto si attacchi al fondo. Continuare a cuocere fino a quando lo zucchero non inizierà a filare dimostrando di essere cotto.

Levare dal fuoco e far intiepidire. Versare il composto in dei vasetti e quando questi saranno completamente freddi, mettere un dischetto di carta oleata precedentemente imbevuto nell’alcool. Chiudere ermeticamente i vasetti per poterli conservare in modo perfetto.

La composta di fichi si potrà quindi gustare in svariati modi, infatti è perfetta da abbinare ad esempio a una fetta di ciambella Romagnola.