Aglio elefante
Agio elefante

L’aglio elefante si produce nella pianura del Ravennate ed è caratterizzato da dimensioni maggiori rispetto all’aglio tradizionale.

Nella pianura del Ravennate cresce l’aglio elefante che si presenta con dimensioni maggiori rispetto all’aglio tradizionali. Nonostante sia parecchio grande, i suoi spicchi sono in numero ridotto e vanno da 1 a 6. Questa pianta rustica si adatta a tutti i terreni anche se preferisce quelli sciolti e non necessita di cure specifiche. Delicato e digeribile, oltre agli spicchi si usano anche le foglie e le infiorescenze che risultano parecchio apprezzate in cucina.

Da almeno un secolo, dunque, in questa zona della Romagna si trova l’aglio elefante. Bisogna però dire che nel presente questa varietà è presente in quantità molto limitata.

È stata la ricerca svolta dall’Istituto agrario Persolino-Strocchi di Faenza in collaborazione con la San Vitale Società Cooperativa sociale di Ravenna a consentire di risalire alla sua storia. La produzione di questa varietà di aglio risale al Pietro Bentini, un ortolano hobbista oggi scomparso che lo coltivata nel suo orto con metodo biologico.