Interni della Profumeria Mirella di Faenza
Interni della Profumeria Mirella di Faenza

La Profumeria Mirella ha una storia che continua dagli anni Sessanta quando ha aperto le sue porte grazie a Lea Linguerri

La Profumeria Mirella è iscritta al numero 29 dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Faenza ed è dunque una vera e propria “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna”.

La storia della Profumeria Mirella ha le sue radici nei primi anni ’60, quando Lea Linguerri, madre di Luciano, inaugura il negozio situato in Piazza Martiri della Libertà a Faenza. La licenza per l’attività, rilasciata dal Corpo dei Vigili del Fuoco di Ravenna nel novembre del 1963, segna l’inizio di un’impresa familiare.

Fin dall’inizio, Lea lavora fianco a fianco con il marito, Michele Sportelli. A partire dal 1968, il figlio Luciano e sua moglie Mirella si uniscono alla gestione dell’attività. Nel 1972, Luciano prende definitivamente in mano le redini dell’azienda, continuando con la stessa dedizione e passione insieme alla moglie Mirella Ranieri.

Nel 1991, la figlia Sportelli Cristina si unisce al team familiare, e l’anno successivo la ditta individuale si trasforma in una società, assumendo la denominazione di Profumeria Mirella di Sportelli Luciano e C. S.n.c. Nel 1993, il negozio si trasferisce nei locali adiacenti al civico 11, che sono più ampi e di proprietà.

Gli arredi storici vengono mantenuti, conferendo un tocco di esclusività e riservatezza ad una parte dello spazio, dedicata a trattamenti di bellezza personalizzati. Nel 1994, dopo la prematura scomparsa di Luciano, Mirella e Cristina assumono la responsabilità dell’attività.