Viti e prodotti che si possono acquistare presso ferramenta

La Ferramenta 2001 di Baraccani Mauro di Castel Bolognese è iscritta dal 2017 all’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Castel Bolognese

Il 23 novembre 2017, la Ferramenta 2001 di Baraccani Mauro, situata a Castel Bolognese, è stata ufficialmente ammessa come il primo membro dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Castel Bolognese, con il privilegio di esporre il marchio distintivo di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna”.

L’origine dell’attività risale all’immediato dopoguerra, quando il signor Tamburini Giuseppe acquisì la bottega precedentemente gestita dalla madre di Sante “Tino” Biancini, che all’epoca vendeva generi di pasticceria e alimentari con il nome “Olga ‘d Maì d’Uliva”.

Il signor Tamburini trasformò questo locale in un negozio di ferramenta e articoli vari, situato al civico 66 di Via Emilia Interna, gestendolo per circa dieci anni, prima di cederlo il 1º ottobre 1962 al signor Carlo Soglia. Con licenza numero 232 del 10 dicembre 1962 (successivamente autorizzazione numero 123 del 7 maggio 1973), il signor Soglia e sua moglie, Ada Pagani, gestirono l’attività insieme al fratello Francesco.

Nel 1973, il signor Francesco Soglia lasciò l’azienda dopo aver vinto un concorso presso le Ferrovie dello Stato, lasciando la gestione al signor Carlo Soglia e alla moglie Ada.

La coppia continuò a dirigere il negozio fino al 31 dicembre 2000, quando, raggiunti i 75 anni, decisero di cederlo al nuovo proprietario, il signor Mauro Baraccani. Dal 2 gennaio 2001, il signor Baraccani, insieme alla moglie Cristina Giacomoni, continua a gestire l’attività sotto il nome di Ferramenta 2001.

Nel corso del 2002, sono stati eseguiti alcuni lavori di manutenzione nel negozio, di proprietà del signor Soglia, senza però modificare le sue caratteristiche originali. La bottega ha sempre mantenuto gli arredi originali, in particolare il bancone di vendita e le scaffalature con cassetti sul retro.